NUOVI POSTs
Della categoria:
pagina 1123...prossimo »

ciao rispondendo all'invito del gruppo di lavoro nazionale LOCALE/GLOBALE che trovate di seguito abbiamo scelto come temi guida per l'Assemblea autoconvocata alla Golena del Furlo nel pomeriggio di venerdì 22 giugno quelli connessi alle mobilitazioni per Rio+20. Se avete proposte di azioni di economia solidale locale che volete "connettere" alle campagne globali e che volete portare in assemblea ed allo Sbarco segnalatele qui. aurelio


Alle reti dell’economia solidale, alle reti Gas, ai Des, ai vari soggetti dell’economia solidale italiana

Care e cari,
oggi più che mai si sente l’esigenza di trovare una coerenza tra le nostre pratiche locali e sostenibili e la necessità di intervenire a livello più ampio, dall’immaginario delle persone alle regole che governano l’attuale modello di sviluppo, per contribuire ad invertire una rotta che giorno dopo giorno diventa sempre più insostenibile.
Il cambiamento climatico, che si sta avvicinando ad un pericoloso punto di non ritorno secondo gli appelli della comunità scientifica internazionale; l’economia internazionale, sempre più orientata al mercato per il mercato ed alla tutela del privilegio di pochi; un modello di sviluppo squilibrato, che si concretizza sui nostri territori con consumo di suolo, esaurimento delle risorse naturali e disagio sociale. Tutto questo richiede a noi, reti dell’economia solidale ed ecologica, un’attenzione aggiuntiva a ragionare con uno sguardo ampio, capace di tenere assieme la necessaria ma non più sufficiente costruzione di economia alternativa con il cambiamento delle regole e l’opposizione ad ogni forma di sfruttamento dei nostri territori e del bene comune.

Il prossimo vertice Onu di Rio de Janeiro del 20-22 giugno, chiamato Rio+20 perché avviene a 20 anni dal primo Earth Summit del 1992, è per noi un’occasione per riflettere ed attivarci a livello territoriale per provare a consolidare la nostra idea di transizione possibile. A Rio i Governi del mondo parleranno di uscita dalla crisi, di economia sostenibile e verde, di governance mondiale, ma tutto questo verrà fatto senza mettere in discussione il paradigma della crescita infinita, della liberalizzazione e deregolamentazione dei mercati, né considerare il rischio di mercificazione dei beni comuni.
Le reti mondiali e le organizzazioni sociali da tempo stanno lavorando per proporre temi e letture alternative. Dai movimenti indigeni, che propongono di contrapporre le “Green economies”, intese come economie locali ed ecologiche, alla “Green economy” per arrivare ai movimenti contadini, che parlano di sovranità alimentare come elemento di evoluzione rispetto all’agrobusiness orientato alla crescita indefinita delle produzioni.

Rio+20 si svolgerà nello stesso periodo dell’Assemblea GAS/DES di giugno, e questa contemporaneità simbolica, ma importante, potrebbe essere lo spunto per dedicare i due mesi che ci separano all’evento per iniziare a riflettere. Per cominciare a confrontarci a livello territoriale su come integrare il locale con il globale, come diffondere consapevolezza sui temi in agenda, come provare a cucire sempre più strettamente l’ambito territoriale, con le sue esperienze di eccellenza e le situazioni di conflitto (vedi la TEEM e Spiga e Madia e l’ottima mobilitazione che si sta costruendo http://des.desbri.org/press/progetto-spiga-madia-piantumazione-del-24-marzo-2012-caponago-mb), con quello più globale, fatto di collegamenti con esperienze internazionali ed attività di lobbying e sensibilizzazione.

Alcune iniziative sono già in atto, come il prossimo incontro pubblico su Rio+20 che verrà organizzato sabato 5 maggio a Pisa durante la locale festa dell’economia solidale organizzata dal DES Altrotirreno, ed altre sono in programmazione come l’incontro internazionale di Urgenci a Milano. Alcune realtà come Altreconomia, Fair, l’Associazione Botteghe del Mondo e Legambiente hanno diffuso un contributo sul tema (scaricabile da http://www.altreconomia.it/site/download.php?allegato=php5ThZAB7879.pdf), la stessa Altreconomia seguirà il vertice di Rio dalle pagine online del blog www.altreconomia.it/clima e con quattro pagine dedicate a Rio+20 sul numero di maggio, mentre tra i contributi di approfondimento è disponibile il dossier Ri(e)voluzione (http://www.altreconomia.it/pdx/dossier_clima.pdf) sulla questione dell’insostenibilità climatica ed ambientale dell’attuale modello di sviluppo.

Crediamo che l’opportunità di riflessione e mobilitazione di Rio+20 sia da cogliere e rilanciare e questo sia possibile attraverso alcuni piccoli, ma sostanziali passi di attivazione delle nostre reti locali:

- Organizzando momenti di approfondimento e/o sensibilizzazione sul tema nei mesi di maggio e giugno;
- Prevedendo uno spazio specifico sul tema durante l’Assemblea Gas/Des di giugno facilitato dal gruppo di lavoro locale/globale;

Questi piccoli, semplici passi possono essere un punto di partenza, importante e da molti atteso, per una progressiva convergenza tra le esperienze pratiche e le utopie concrete che giorno per giorno stiamo costruendo sui nostri territori ed azioni di lobbying e campaigning sui grandi temi della tutela dell’ambiente, dei beni comuni e dei diritti sociali.

Un forte abbraccio

Il Gruppo di lavoro locale/globale della Rete RES nazionale
Marco Balconi (Des Brianza), Valeria Bochi (Res Marche), Giuseppe De Santis (Des Brianza), Monica Di Sisto (Verso la Res Roma), Ada Rossi (Des Altrotirreno), Giuseppe Vergani (Des Brianza), Alberto Zoratti (Des Altrotirreno)

Ho dimenticato la firma nel post qui sotto:
Marco Zac

da utente reesutente rees, 04 Apr 2012 10:17

Prevederei comunque la possibilità per i fornitori di avere a pagamento tavoli e/o sedie, gazebo, luce che l'organizzazione reperirà in base alle richieste. Non tutti hanno un gazebo adatto o riescono a trasportare i tavoli; noi con un solo mezzo potremmo procurarne parecchi anche nelle vicinanze (l'anno scorso erano stati presi dai comuni di Acqualagna e Fermignano). Lo spazio penso debba essere limitato a 3X3, misura comune dei gazebo.
La validazione gas mi sembra una buona modalità: ho pensato che forse lascia fuori alcune aziende (in particolare non alimentari) ma così si stimolano nuovi rapporti con i GAS e si impedisce la presenza di aziende poco gradite.

da utente reesutente rees, 04 Apr 2012 10:15

da roberto li calzi:
ciao, così come abbiamo attivato una rete di fornitori a titolo gratuito per sostenere SBARCOGAS a Petralia nel 2009, così siamo pronti ad effettuare una fornitura dei nostri prodotti in occasione di SBARCO DES GAS al Furlo

sperando che il maltempo non ci dia ulteriori stangate……..

e vediamo di coinvolgere tutto arcipelago siqillyàh in questa offerta

grazie
buon lavoro
ciao

ciao a tutt*

posto sul wiki nello spazio organizzazione Furlo rivolgendomi comunque alle reti regionali, per arrivare ad elaborare una sintesi da inviare alla Res nazionale, al fine di concordare una programmazione condivisa per venerdì 22 giugno pomeriggio, che includa emozioni, temi, orari, facilitazione, organizzazione in senso amplio

al momento la proposta del venerdì è maggiormente affidata a noi mentre la programmazione dello Sbarco su cui stiamo lavorando come gruppo nazionale si concentra maggiormente sul sabato e la domenica, per venerdì 22 alle 17.00 è stato ipotizzato un incontro del tavolo Res nazionale, che in sostanza ha esigenza di reincontrarsi al proprio interno prima della mattina del sabato per mettere a punto i percorsi, aggiornarsi sui gruppi di lavoro, "accordare" la facilitazione ecc..,
vedremo come intrecciare le due situazioni tra orari ed esigenze di tutt*

l'idea per il venerdì pomeriggio finora elaborata e che abbiamo a grandi linee condiviso all'incontro di Arcevia con il gruppo di lavoro nazionale è quella di un incontro tra reti, un momento assembleare aperto su un tema aperto, finalizzato ad una presentazione tra reti solidali e altre forme di presenza territoriali, con un tema che apra un varco anche alle presenze giovanili

per inquadrare la situazione direi che venerdì pomeriggio saremo eterogenei: parti delle nebulose GasDes che si vanno agglomerando, giovani internazionali del volontariato, associazioni e gruppi informali giovanili, reti studentesche, docenti universitari, la rete dei centri sociali, amministrazioni pubbliche, cooperat* sociali, giovani del Cngei, associazioni ambientaliste, associazioni e movimenti della terra, dei beni comuni, produtt* di genuino clandestino, musica e artigianato, altre soggettività sodali da altri mondi possibili.

insomma un incontro plurale nello spazio intergalattico dei GAS tra nebulose diffuse, stelle radianti, pianeti verdeggianti, galassie che si incontra per qualche ora a gravitazione libera, su un focus condiviso, per questo farei girare le proposte anche in reti allargate, che ne dite?

il processo collettivo che apriamo con questa e le mail che vorrete inviare in risposta va nella direzione di elaborare il focus che faciliti questo incontro, appoggiandolo su tema ampio su cui ciascuno possa presentarsi in forma critica e autocritica, nel riconoscimento reciproco, che renda interessante ascoltarsi e scambiare conoscenze.

quale focus potremmo proporre?

il punto da tenere, condiviso con il gruppo facilitazione, è che questo primo momento collettivo dello Sbarco parli di aperture reciproche, sia accoglienza ed invito a partecipare sabato 23 e domenica 24 per essere parte di un processo collettivo che accetta di vedersi da vari punti di vista, parli come un noi plurale e ci riscaldi respirando una boccata d'ossigenante elaborazione trasversale

buon vento, buona ideazione!

aurelio

venti stellari da utente reesutente rees, 31 Mar 2012 22:31

il tessuto per le sportine potrebbe essere in canapa? se non sbaglio dovrebbe produrla trionfi honorati. verifico e vi faccio sapere? franca

da franca2franca2, 30 Mar 2012 07:48

ciao, sono sergio del gas di osimo,
per quanto riguarda il manifesto a me piace il 7 quater, mancano indirizzi di riferimento e specificare meglio il luogo dove si svolge, per il resto ok.

presentazione da sergio44sergio44, 27 Mar 2012 10:22

ciao sono Giulia Gadaleta di Gas-pare (BO)
voto la 7quater per una serie di ragioni:
i volti delle persone sono rivolte verso chi legge e non sono di spalle come nelle altre (7, 7 bis e 7 ter)
stiamo comunicando che c'è una comunità consapevole che ha qualcosa da dire, e avere una folla di spalle o che guarda altrove credo sia controproducente (per questo anche la 4 non era male)
aggiungo che quelle mani alzate verso l'obiettivo danno la sensazione di rivolgersi proprio a chi legge
cambierei però l'ordine del testo: la foto e il titolo sbarcogas devono essere la prima cosa che si vede insieme alla data e al luogo
"assemblea nazionale dei gruppi di acquisto…" spiega cosa è lo sbarco quindi lo metterei come sottotitolo di sbarco2012
i loghi di chi organizza e di chi patrocina li metterei in basso
e poi manca un sito a cui riferirsi e una email per info

voto la 7quater da utente reesutente rees, 26 Mar 2012 08:02
proposte migliori da Sante EliseiSante Elisei, 26 Mar 2012 07:16

continua a piacermi la 7 per l'effetto di oceano e movimento della foto, in questo senso meglio se foto da distante, con volti sfumati, mi piace come sta su quel progetto il b/n della foto, risaltano le linee

della 7 cambierei:
varicolor x il 2012,
il titolo: font, dimensione, allineamento e MAIUS/minusc, tutto come nel 2
per il sottotitolo: come sopra, tutto su una riga, aumentando la dimensione

aurelio

b/n da utente reesutente rees, 25 Mar 2012 23:40

ce li giochiamo sulla ruota di acqualagna o ne ricaviamo una funzione di matematica alter(n)ativa?!

da franca2franca2, 25 Mar 2012 23:25

cavoli ma m'erano sfuggiti dei manifesti…

la mia composizione preferita sarebbe
foto del 7 quater con disposizione dei testi come nel 7bis e font del titolo come nel 5bis!

:) :)

m'era sfuggito .. da Silvia MariottiSilvia Mariotti, 25 Mar 2012 21:56

miglior distribuzione testi: 5
migliori colori: 3, 4, 5
ma 2012 deve per forza essere giallo? (in 4 e 5 sta bene)
serie 7: 7bis con foto +lunga,
7ter con testi più leggibili
Passando, forse, mi fermerei a guardare: 4 e 7ter
ciao
franca

da franca2franca2, 25 Mar 2012 21:53

Last minute voto anche io! me ne piacciono due in particolare:

  • il n° 2, perchè trasmette accoglienza e globalità.

Toglierei però il programma, ma metterei un link al sito - secondo me nei manifesti i programmi non sono facili da leggere. Forse metterei una frase breve per spiegare di cosa si parla perchè dalla parola "sbarco" non è immediato che si capisca.

  • il n° 7 bis. qui secondo me andrebbe cambiato il font del titolo "verso l'Economia…" perchè non è tanto leggibile su un manifesto e scriverei più in grande la frase sotto.

Come diceva luca f. metterei anche i contatti email
ciaoooooo

da Silvia MariottiSilvia Mariotti, 25 Mar 2012 20:51

Il 3: l'unione di più mondi, ma c'è un errore ortografico e mancano tutti i loghi quindi difficile immaginare come viene alla fine. Cmq vedo che nessuno l'ha votato.

il 7: ci siamo e ci crediamo. You may say I'm a dreamer, but I'm not the only one.
Effetto dirompente, stampato in grande secondo me è di impatto

l'8 pure non mi dispiace, ma …lo capiranno? non è immediato…

Forse ci va un recapito?
Per ulteriori informazioni segreteria chiocciola reesmarche punto org …? o info chiocchiola sbarcogasdes punto org? (aggiro il karma basso togliendo @ e . ;))

Comunque vedo che si va in stampa lunedi quindi tardi per ulteriori commenti.

Siete forti!
Luca

Voto per il 3 e il 7 da Luca FerroniLuca Ferroni, 25 Mar 2012 17:48

A me piacciono o il 2 o il 5. Ma il 5 di più.
Mi piacciono perché c'è un cerchio che "cattura" l'attenzione e delle buone "botte" di calore.
Per me il manifesto deve attirare, incuriosire, stimolare non dare risposte. Eviterei anch'io quindi eccessive informazioni: chi è interessato (catturato) se vuole può informarsi…
Come detto il manifesto ha, secondo me, lo scopo di comunicare al maggior numero possibile di persone (incuriosendole) che ci sarà un evento, non tanto cercare di comunicare il senso dell'iniziativa.
Avremo altri modi e tempi di fare questo…

Ronni da utente reesutente rees, 25 Mar 2012 13:31

7 - di maggior impatto.
Risalterei, armonizzando, i colori per evitare che sia un qualsiasi bianco e nero.
Armonizzerei i caratteri ed i colori nel blocco testo a dx per renderli più fruibili.
Non riesco ad apprezzare il giallo del 2012 (troppo freddo e disarmonico con il violaceo e con in bianco/grigio)
efficaci le date a sx.
efficace il titolo violaceo su foto (riesce anche a ridurre l'impatto del multicolore logo).

4 - rimanda a stili pittorici famosi. accattivante l'infantilità.
toglierei la banda bianca su foto e la farei sfondato bianco sui colori della foto che porterei fino a fondo pagina.
tutte le considerazioni del 7 per testi e colori (anche se qui il giallo del 2012 è meno distante).

scusatemi in questo ruolo di procuratore di lavoro, ma …
grazie
saluti
franca

da franca2franca2, 25 Mar 2012 09:54

a me piace molto la 8 sia per l'impostazione grafica dei vari loghi (come la 7) che per i contorni delle persone così sfumati, quasi fusi ma ancora distinti e reticolari..

Antonella da utente reesutente rees, 25 Mar 2012 09:35

la proposta 7 mi sembra possa andare
aurelio

Ax7 da utente reesutente rees, 25 Mar 2012 01:50

buono, togliendo i loghi privati e lasciando i pubblici meglio ancora, comunque sì mi piace

scontornerei e darei trasparenza ai loghi, sciogliendoli nel colore secondo me stanno meglio anche loro

sui contenuti del venerdì i percorsi sono ancora aperti a 360°, e li lascerei comunque aperti, uno spazio da scoprire, anche i giovani del servizio civile internazionale potrebbero portare le loro esperienze, al punto attuale intravvedo uno SPAZIO DI INCONTRO TRA RETI che arrivano da diverse esperienze, paesi, direzioni, percorsi, un momento di apertura e conoscenza tra chi lavora nel campo come giovane volontario e chi da giovane studia sul territorio e fa delle domande e chi le pone da tanti anni e ancora non si è arreso e chi intanto è appena sbarcato da lontano e si inserisce anche lui e ascolta
il venerdì è l'apertura, meglio lasciarla aperta con margini di in/definizione, propongo intanto per questa prima mandata di volantini: INCONTRI TRA RETI

aurelio

axb da utente reesutente rees, 23 Mar 2012 22:54
pagina 1123...prossimo »
Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License